Instagram, guida al profilo perfetto: chi vuoi essere?

Instagram: guida completa al profilo perfetto e alla strategia da attuare per avere follower di qualità e non di quantità.

Stavi cercando una di quelle guide per creare un profilo Instagram perfetto e iniziare a guadagnare fin da subito grazie al tuo account? Mi dispiace deluderti, ma non la troverai qui. Il motivo? Semplice: non esiste una ricetta preconfezionata o uguale per tutti. Di cosa parleremo in questo post, allora? Delle basi per avere un profilo Instagram “attraente”.

Molto spesso la gente mi chiede “come faccio ad avere tanti follower?”, o “quanti follower devo avere per iniziare a guadagnare con Instagram?”. Alla prima domanda si può rispondere, alla seconda no. O meglio: nessuno guadagna con Instagram solo ed esclusivamente perché ha molti follower. Ci sono moltissime variabili di mezzo.

La prima variabile? La qualità di quei follower. Questo è il concetto fondamentale. Acquisire follower ad minchiam è il primo passo per distruggere il tuo account. Come si acquisiscono follower ad minchiam? Ci sono due strategie che vanno per la maggiore. Acquistarli o seguire gente a caso sperando ricambi.

Perché acquistare follower distrugge il tuo account

Pensate a uno stadio di calcio. 75.000 posti disponibili. Solo 1000 biglietti venduti. Per riempire gli altri 74.000 posti, il proprietario della squadra di casa acquista 74.000 orsi giganti di peluche. Stadio pieno. Bene. Benissimo. Il giorno della partita, però, ci sarà comunque un silenzio tombale tra gli spalti. Il pubblico è finto. Non interagisce. Nessun coro, nessuno striscione, nessuna esultanza ai gol.

Spostiamoci su Instagram. Quando acquistate follower, state acquistando dei bot. Migliaia di account fake e inanimati che incrementeranno il vostro counter facendo apparire il vostro profilo seguitissimo. Sembra figo, ma in realtà è una pratica inutile e dannosa. Inutile perché se su 100.000 follower solo 1000 sono reali, le interazioni alle vostre foto non supereranno le 20 totali (somma di like e commenti). Dannoso perché l’algoritmo di Instagram fa sì che i nostri post vengano prima mostrati unicamente a una percentuale dei nostri follower e, in base alle interazioni ricevute nei primi minuti, questa percentuale si alzerà. Ammettiamo – per comodità di calcolo – che su 100.000 sia il 10%. Solo 10.000 account, quindi, vedranno il nostro post. Ora, se io ho acquistato 99.000 follower, c’è un’ottima possibilità che quasi tutti gli account compresi in quel 10% siano quelli comprati e quindi falsi. Non interagiranno, di conseguenza. E il mio post lo vedranno solo 10 persone reali. E probabilmente a 9 nemmeno piacerà. Un successone, no? No. Adesso puoi anche buttare il profilo.

Perché seguire gente a caso distrugge il tuo account

Pensate sempre allo stadio di calcio. 75.000 posti disponibili. Solo 1000 biglietti venduti. Stavolta, il proprietario della squadra di casa ha un’altra idea. Proporre a 74.000 persone di assistere alla partita in cambio della sua presenza ai loro eventi. Ora, queste 74.000 persone sono state prese totalmente a caso. Alcune passavano di lì, altre stavano prendendo il caffè al bar, altre ancora si trovavano in città per un concerto. Queste persone andranno allo stadio, ma non saranno minimamente interessate alla partita. Siederanno sugli spalti solo perché gli è stato promesso che qualcuno farà lo stesso per loro aumentando anche i loro numeri.

Spostiamoci ancora su Instagram. Quando incrementate il vostro seguito con questa strategia, state riempendo il vostro account di gente non davvero interessata a ciò che postate. Questo significa che se vendete abiti da uomo, ma vi farete seguire da un pubblico prettamente femminile, non riuscirete a incrementare le vostre vendite. Nel campo dei “wannabe influencer”, significa che se volete fare i fashion blogger, sarà totalmente inutile avere 100.000 ragazze che vi seguono perché voi avete seguito loro. Nessun brand vi proporrà una collaborazione. Perché? Perché il vostro pubblico non è il loro pubblico di riferimento. Per intenderci, non aiuterete Remington a vendere più regolabarba se sponsorizzerete quel prodotto alle donne. Stesso discorso per la geolocalizzazione dei vostri follower. I follower da tutte le parti del mondo vanno bene solo se fate i travel blogger, altrimenti no. 50.000 follower residenti in Indonesia non acquisteranno mai gli asciugamani dell’azienda tessile di Barletta.

In sintesi: oltre a farvi perdere credibilità, acquisire follower tanto per incrementare il numero di essi, abbasserà il vostro engagement e azzererà le vostre possibilità di guadagno.

Qual è la strategia migliore per incrementare i follower di un profilo Instagram?

La risposta non è semplice, ma partire dal capire cosa si vuole essere è sempre un ottimo inizio nelle cose come nella vita. Scegli una nicchia di riferimento. Interagisci con essa e con chi è interessato ad essa. Costruisciti una community. Fatti una reputazione online in quel campo. Poi, più avanti, ci sarà spazio per attuare una strategia. Tenendo sempre presente che senza un’identità ben definita (e possibilmente unica) non andrai mai da nessuna parte.

Come avere, quindi, un profilo attraente su Instagram?

Follower reali. Follower interessati. Identità ben definita e riconoscibile. Contenuti di qualità attraverso i quali raccontare qualcosa. Guarda il tuo profilo e chiediti perché qualcuno dovrebbe seguirti su Instagram. Se non riesci a rispondere a questa domanda, stai già sbagliando qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.